sabato 28 febbraio 2015

Haere mai ki Aotearoa

Haere mai ki Aotearoa
Benvenuti in Nuova Zelanda


Questo e' lo stemma neozelandese. Mi piace moltissimo, e ho deciso di inserirlo come benvenuto per i lettori del blog. Lo scudo come vedete e' l'incontro tra i due popoli che originariamente decisero di creare qualcosa di speciale degno di questa terra quasi alla fine del mondo. 
Un accordo tra la discendenza migrante Europea e i Maori.
Non voglio scopiazzare cose che non so, suonano troppo asettiche se non le si e' vissute, mi limito a dirvi cio' che so. Il guerriero maori e' un capo, lo si riconosce dal mantello che indossa. La loro arma, i tatuaggi e la loro bellissima pelle, quasi rossa, credo invece che vi siano piu' familiari.
Anche se io cio' che amo di piu' del popolo maori sono i loro occhi polinesiani.
Sia la donna che il guerriero poggiano sulla felce argentata, la silver fern neozelandese.

Ogni simbolo araldico ha un significato.
Quello che piu' mi colpisce sono i tre vascelli neri, rappresentanti l'emigrazione, che ha fatto della Nuova Zelanda un paese unico per la sua accoglienza, non solo verso ogni popolo ma verso tutte le culture che qui coabitano pacificamente.

E' tutto quello che so per ora, se mi racconteranno o scopriro' altro ve lo faro' sapere :)

domenica 22 febbraio 2015

Il kiwi berry

Oggi vi presento un'altra delizia di frutta neozelandese, il kiwi berry chiamato anche baby kiwi. Ne avete mai sentito parlare? Perche' semba cresca anche in Italia... mah... ho grossi dubbi, ma dopo aver visto ieri sera a Masterchef il caviale di lumaca, la farina di mais biscottata e la razza bovina piemontese allevata a nocciole magari fanno crescere anche i kiwi berry!
Come vedete e' grande quanto un'oliva... e ci assomiglia un anche un po'.
Noi abitiamo sopra la Bay of Plenty, dove il clima e' perfetto per la crescita di questo frutto, quindi in questa stagione se ne trovano molti.
Quello che mi piace e' che e' una pergola, come l'uva :)

Bisogna tagliare le estremita' e dentro si scopre un kiwi lillipuziano :/ pero' prima e' il caso di controllare se e' morbido, altrimenti significa che non e' maturo. Avete presente quando si assaggia un kaki acerbo? Uguale.
Il sapore e la consistenza ricordano il kaki, ma meno dolce e con sentori fiorati e cetrioleschi. Io lo mangio sempre con la buccia. Strano strano! Ma non male.                                          
                                                      Voto 7-

mercoledì 18 febbraio 2015

Money box per il miele artigianale

Passeggiando tornando dal mare ho notato il cartellino che vedete 'Honey' e mi sono incuriosita.
Era gia' da un po' che lo vedevo ma sempre dalla macchina. Ho rallentato il passo, sbirciato un po' perplessa ma alla fine eccoli li'... C'erano vari barattoli di millefiori e un miele di cui mi sfugge il nome in italiano, qui lo chiamano raw honey, e' cristallizzato... Nel foglio credevo ci fosse scritto qualcosa sul pagare, il non sporcare o non rubare... invece nulla! Si scusavano di aver aumentato il prezzo a 6$ e poi c'era solo la descrizione del tipo di miele prodotto e la cortesia di non acquistarne piu' di 6 barattoli a testa :') Ogni tanto mi sembra di vivere su un altro pianeta, e forse e' cosi'.
A voi che siete ancora in Italia e' mai capitato? Magari queste iniziative esistono e io non ne sono a conoscenza, mi raccomando, fatemi sapere ;) 
P.s. Il miele era delizioso



                           
Ora che mi viene in mente... ma e' stato martedi grasso in Italia? In questo caso buona settimana di carnevale a tutti! Mia figlia ha mangiato per la prima volta le mie castagnole allo yogurt ribattendandole 'tacchini', perche' li metto a cucchiaiate imprecise a friggerli e vengono bitorzoluti :'>
se a qualcuno interessa la ricetta vi metto il link al mio ex-sitino

giovedì 12 febbraio 2015

Conto alla rovescia


 -34 giorni all'arrivo del nostro trottolino ❤




Linguette rosa





Pappa time :'>





*Grazie Warwick e Sandra per tutte le foto che ci avete mandato*


sabato 7 febbraio 2015

giovedì 5 febbraio 2015

Pulizie pulizie pulizie

CASETTA del 2014
La scuola e' cominciata, sono a casa da sola e finalmente comincio (quasi) a riprendermi dal trasloco, anche se sono indietrissimo con la nuova casa.
Questa volta e' stata dura, poiche' il contratto era tramite un'agenzia che mi ha richiesto un'elenco infinito di cose da pulire, dagli zoccoletti, ai tendaggi, ai vetri dentro e fuori, interruttori, tutto perfettamente. Contando che erano 2 piani con locali e vetrate enormi piu' il giardino ho passato 3 settimane a pulire dalle 2 alle 3 ore al giorno. 
Sono arrivata al 21 gennaio davvero morta di fatica, devastata, ma la casa non aveva neanche un bacillo, sembrava nuova di zecca. 

In compenso poi sono crollata, perche' sono stata malissimo per 4 giorni appena arrivata nella nuova casetta... forse troppo stress, troppe richieste... un altro pezzo della mia vita  che mi sfugge dalle mani e un'altra casa a cui abituarsi.
La mia amica Kathryn oltretutto, gentilissima, ci aveva invitati ad Omaha al mare, ma abbiamo dovuto declinare per non dover affrontare il viaggio. Mi e' dispiaciuto perche' Omaha e' meravigliosa, ma guidare in condizioni gia' di fatica accumulata era impensabile. 

Di questa seconda casa non so cosa ricordero'... e' stato un anno intenso.

Aveva vetrate bellissime e luminose ( un incubo da pulire...) e mi piaceva guardare fuori nelle giornate di pioggia per ore... quando e' arrivato il ciclone sono stata alla finestra per due giorni praticamente...
Quando papa' e figlio di 10 anni hanno tagliato da soli la betulla, ramo dopo ramo
Duke che e' venuto a trovarci e occupava mezza cucina...
La Vivi che e' andata a vendere il cioccolato con la divisa...
era davvero troppo graziosa. Me la ricordero', con quella scatolina in mano, quel viso che non ha mai fatto male a nessuno.
Aspettare con ansia di vederla spuntare dal vialetto quando tornava da scuola...
E un bellissimo film che ci ha fatto piangere insieme (ma proprio singhiozzando!) e che ci ricorderemo per sempre, perche' ci ha toccato il cuore, Castaway on the moon.
L'elenco continuerebbe all'infinito, ma il troppo stroppia dai, e poi mi sto gia' cominciando a sentire melodrammatica :)

lunedì 2 febbraio 2015

Anno Scolastico 2015 - Intermediate - Year 8

Ed eccoli li'... tutti seduti nel campo di atletica, piu' grandi di 1 anno ad aspettare di entrare nella hall!
L'anno scolastico in Nuova Zelanda inizia adesso, si divide in 4 Term seguiti da 2 settimane di pausa alla fine di ognuno, tranne quello di dicembre che apre le vacanze estive.
L'appuntamento era per le 9 a scuola... che bello vedere le ragazzine che si reincontravano, dopo l'estate, mi sembravano felici! Ogni anno vengono cambiati gli insegnanti, e i compagni di classe e non vedevano l'ora di scoprire con chi sarebbero stati!
Io avrei pagato oro per una cosa del genere, poter conoscere nuove persone, e ripartire da zero... e devo dire che questo piace molto ai ragazzi qui. Erano elettrizzati, felici, ma anche contenti di ritrovare chi gia' conoscevano. In fondo durante il pranzo possono sempre stare insieme ai vecchi amici e la scuola non e' strutturata per ghettizzare gruppetti, ma per continuare a mischiare le carte, anche con le numerose attivita'. 

In questa scuola ci sono circa 800 allievi per 2 anni di Intermediate, e tanti tanti insegnanti, tra cui una new entry, la mia cara amica Kathryn, a cui auguro un anno meraviglioso! E' stato bellissimo vederla tra gli insegnanti, l'ho invidiata parecchio!

Come vedete ho solo questa misera foto ricordo, perche' mia figlia continuava a dirmi mamma vai pure! E non ha voluto nemmeno farsi fare una foto in divisa perche' dice che la costringo a sorridere... ok..., becchiamoci anche questa :)
Queste fotine e' tutto cio' che mi rimane del suo primo anno di medie, a quanto pare l'anno del selfie... devo ricordarmi di controllare chi ha inventato questa moda
Anno Scolastico 2014
Quando ormai era stata assegnata alla sua nuova insegnante e con i suoi nuovi compagni (di meglio non potevamo sperare visto che e' stata messa con la maestra che voleva e alcune ragazzine sue amiche) siamo andati un po' al molo... avevo bisogno di guardare un po' il mare e le barche, e augurarmi anch'io un buon anno scolastico...
...bevendoci il solito caffe' costosissimo a 8 dollari, ma era un giorno speciale
Questa volta c'era una nuova cameriera, che ci ha fatto un doppio espresso, e portato 2 bricchi di latte e 1 di acqua calda =_= proprio alla napoletana :)