venerdì 24 aprile 2015

Passeggiate solitarie

Giorni lenti e malinconici.... sara' l'atmosfera autunnale... o gli operai che lavorano in casa e mi fanno venir voglia di passare la giornata camminando... lontano da loro.
Cosi', mi metto l'impermeabile ed esco. Nessuno m'infastidira'... nessuno mi guardera' dalla testa ai piedi, e se incontrero' qualcuno, mi sorridera'. In Nuova Zelanda e' cosi'.
A loro non interessa come ti vesti, vogliono solo stare tranquilli, nel loro paese...
A volte vorrei condividere con qualcuno le mie passeggiate, ma in fondo lo faccio, con tutti voi e con tutte le persone che porto nel cuore. Forse non basta, forse bisognerebbe offrire la propria presenza a coloro a cui vogliamo bene.
Non fraintendetemi, ho conosciuto tante persone qui. Alcune amiche lavorano tutto il giorno, altre preferiscono sempre prendere la macchina... avere qualcosa da fare o da comprare... 
Io amo passeggiare senza meta. Lentamente. E voi? Scommetto di sì... altrimenti non vi sorbireste i miei minestroni di post!


Eccomi ai ponticelli bianchi... 
Trovo questa strana pianta violacea... 
e qualcosa che somiglia alla pergola di un'uva un po' acerba...
Arriva la salita che porta alle scuole elementari... 
che alle 3 si riempie di bambini che tornano a casa da soli.
Hanno costruito un piccolo palcoscenico in legno! 
Chissa' quante recite ospitera'...
 Sto un po' seduta alle panchinette del teatro, non pensando a nulla... il vento, il profumo del bosco... gli uccelli... il tempo passa e devo tornare indietro. Oggi non mi fermo al caffe'... il cuore non reggerebbe un te' solitario... senza nessuno con cui parlare. Quindi appena vedo le palme che preannunciano il mare cambio direzione.
Torno dal bosco... mi piace troppo. Ci vivrei.
Incontro Snowy... non ci speravo! Una gattina dolcissima, che vive in questo boschetto.. Probabilmente e' di qualcuno perche' ha la medaglietta,
ma si fa sempre coccolare per ore!
E nel finale la natura mi regala questi fiori meravigliosi...

Ed eccomi ancora qui, in questa terra lontana, a vaneggiare su un blog.
Forse dovrei vivere e basta, senza scrivere... 
ma qualcosa mi porta a voler far sapere: ci sono anch'io! 
E amo la vita... 
Un abbraccio a tutti voi che mi leggete.
Grazie di cuore!

domenica 19 aprile 2015

Kiwano

O  melone cornuto... (che nome infelice!) e come se non bastasse, un altro nome con cui e' conosciuto e' cetriolo africano :'> 
Questo stranissimo frutto punge. Quei bitorzoli hanno una specie di pungiglione taglientissimo, io mi faccio male sempre, sembrano fatti d'acciaio!
In Nuova Zelanda si trova a fine inverno-inizio primavera, da Agosto a Dicembre,
Non c'e' molto da spiegare sul modo di mangiarlo, lo si apre e o si succhia, cosa che a me non piace fare con il cibo, infatti lo mangio con il cucchiaino. Ho visto che molti lo spremono sul piatto... io no, anche perche' il frutto stesso funge da coppetta, no? Basta non mettere le dita sugli spuntoni :)
Il sapore e' acidulo, vagamente limonoso, e la consistenza direi scivolosa. Non mi convince tantissimo ma e' un dopocena fresco e piacevole.

Voto 6,5
Mi raccomando, fatemi sapere se l'avete assaggiato o se l'avete mai visto in Italia, ci conto. Buona settimana a tutti voi che mi leggete.

venerdì 17 aprile 2015

Lento scorrere


La bella panchina di Musick Point.
Che ci sia vento, pioggia, o un tiepido sole, offre sempre una vista ampia sul golfo senza chiedere nulla in cambio.

La mia fotografia non rende l'idea della vastita' e dell'apertura di questo golfo.
A volte passa un kayak, a volte il fiero traghetto rosso che va a Waiheke, oppure una piccola barca a vela.

In questi giorni di vacanze, in questi giorni di Pasqua, ci si fa piu' silenziosi.
E' un momento per fermarsi.
Mi sento vicina alle famiglie che in Italia hanno festeggiato questa ricorrenza.

Penso spesso a tutti voi che mi leggete... mi immagino nella vostra quotidianita'.
Mi mancano i profumi che si sentono nell'aria dal mattino a sera e che scandiscono le giornate italiane: l'odore di caffe' e di zucchero a velo quando si passa vicino ai bar, i profumi delle signore, e i dopobarba maschili dei passanti, i rumori lontani dei piatti e delle posate del mezzogiorno... e le stagioni che scorrono.

Anche qui il tempo scorre, con altre caratteristiche. Si sente il profumo dei fiori e delle piante stagionali, ma il vento e la brezza marina si portano via tutto il resto. La vita e' piacevolmente solitaria, e diversa dalla piccola realta' di paese in cui mi trovavo in Italia.

Non si puo' avere tutto, lo so.
Ma quando mi sento forte, rievocare le mie radici mi piace.

Un emigrante sa bene che non bisogna farlo quando la terra sotto i piedi scricchiola.
Lo si impara con l'esperienza.

martedì 14 aprile 2015

Water Drop Vegetarian Cafè

Mangiare al Tempio e' sempre unico. Si entra in un maestoso edificio, se si vuole, ma non e' obbligatorio, si fa un'offerta a Buddha, come frutta, sacchettini di riso integrale, incenso, ma anche monete.
Da un lato si apre il giardino del Tempio, e sulla destra c'e' il caffe' all'interno del negozio di souvenir. In questo caffe', (vegetariano, ovviamente) spesso ai tavoli si vedono anche i monaci e le monache. Infatti e' stato fondato da un monaco, credo che sia cio' che loro mangiano perche' e' proiettato un video in cui si vedono i monaci che insegnano a cucinare il tofu, le verdure... molto carino...
Il posto e' sempre pulitissimo, il pavimento brilla, i tavoli profumano di legno e le posate sono passate con un panno prima di essere consegnate. Nessuno alza la voce, e si mangia veramente benissimo, i piatti sono cucinati al momento ma il servizio e' comunque veloce.
Come bevande si trovano tantissimi tipi di te', come al fiore di loto, alla rosa, gelsomino... i piatti vegetariani sono pochi ma veramente squisiti.
Il costo e' contenuto e onesto. Noi non perdiamo mai l'occasione di passare un bel momento qui :)

Vi lascio qualche foto.

*fotografia presa dal web LA SALA
IL mio TE' preferito...
ALLA ROSA!
BBQ WONTON NOODLES
e RAVIOLI AL VAPORE
entrambi squisiti, io e mio marito ce li siamo divisi in due


martedì 7 aprile 2015

Il giardino delle rose di Parnell

Parnell e' uno dei nostri posti preferiti di mio marito di Auckland City, e dove mi ha portato uno dei primi giorni arrivati in Nuova Zelanda. Si trova vicino a Judges Bay, una baia tranquilla, frequentata da kiwi e maori che affaccia sul porto. Spesso nel parcheggio le persone si fermano in pausa pranzo, tranquille, a osservare il mare. E' un rifugio silenzioso nella parte alta della citta', lontano dal centro, ed ha un profumo inebriante ovviamente!
Il giardino delle rose, ha una storia particolare... una lady inglese, arrivando in Nuova Zelanda, la giro' in lungo e in largo cercando ogni specie di rosa e di fiore, per poi creare il suo giardino, che ora puo' essere ammirato da tutti perche' l'ha donato alla comunita' quando e' venuta a mancare. Mi affascina la storia di questa lady... cosa c'e' da fare di cosi' importante nella vita? Cercare dei fiori, crearsi un piccolo giardino e regalarlo a qualcun altro quando ce ne andiamo.

Vi lascio ai fiori, meglio delle parole!

venerdì 3 aprile 2015

Librerie gratuite in Italia e Nuova Zelanda

Parlando del quartiere in cui vivo vi mostravo l'iniziativa di alcuni cittadini qui a Auckland che hanno creato una piccola libreria gratuita per gli abitanti della zona. Cosi' Alessandra di Cristalli di zucchero, una mia carissima amica dai tempi del blog di cucina, mi ha parlato di qualcosa di simile organizzato nel comune di Medicina, in provincia di Bologna.
Una biblioteca all'aperto, disponibile 24h su 24 e devo dire veramente graziosa da guardare.
Ho cercato su facebook il loro contatti e ho scritto loro, per poter parlarne qui!

La Casa dei libri Volanti
Italia
Sandrine e' stata gentilissima, perche' l'ho contattata in un orario improponibile per via del fuso, le ho chiesto una piccola intervista e nonostante l'ora tarda accettato!
Mi ha raccontato di questa magnifica idea ispirata ad alcune cabine biblioteca viste nel nord Europa. Per essere realizzato concretamente il progetto e' stato proposto all'Assessore alla Cultura che ha dato loro carta bianca. Dopo aver contattato la telecom sono partiti i lavori, sostenuti dal gruppo di lettura della Biblioteca, falegname e grafista hanno lavorato gratuitamente, insomma, tutti hanno contribuito con impegno totale.
Il nucleo e' composto da Sandrine, Giovanna che e' scrittrice, ed Elena, presidente dell'associazione Aquiloni, ed entrambe ideatrici del gruppo di lettura.
I libri all'inizio sono stati forniti da loro, ma le persone hanno accolto con rispetto e orgoglio l'iniziativa che continua ad entusiasmare.

Quindi i miei complimenti 'ragazze'... sono orgogliosa che abbiate fatto tutto questo contribuendo ad abbellire la mia terra, l'italia... Quando vedo la libreria di Clovelly Road vi penso, immaginate una linea sottile tra i nostri due paesi...
Spero di incontrarvi quando tornero', anzi, spero di venire con Alessandra se accettera'!
La libreria di Clovelly Road
Nuova Zelanda

Segue link per chi vuole saperne di piu' :'>

Inaugurazione della Casa dei libri Volanti