domenica 3 aprile 2016

Un nuovo significato di Pasqua

Pur essendo agnostica, non riesco a ignorare la Pasqua. Mi ricordo i festeggiamenti italiani, l'odore della cera bruciata delle candele in chiesa, il legno lucido delle panche, l'acqua benedetta che era sempre fresca. La Pasqua e' un momento per raccogliermi.
Il Venerdì Santo appena passato c'era un bel silenzio nell'aria, e dopo pranzo abbiamo deciso di percorrere a piedi tutta la penisola, cosa che volevamo fare da tanto tempo.
Sono circa 6 km, e dal promontorio il vulcano e' magnifico. E stata una passeggiata davvero da ricordare, era tutto giusto. Ci siamo portati dietro Luna che devo dire si e' comportata benissimo. Abbiamo scoperto tante scorciatoie segrete, e ci siamo comprati un bel gelato.
Voi siete stati bene? E' cambiato qualcosa nelle vostre vite? Immagino che la primavera sia alle porte in Italia. Qui invece l'autunno tarda ad arrivare. L'aria e' ancora tiepida. 
E il vento continua a soffiare.