giovedì 5 febbraio 2015

Pulizie pulizie pulizie

CASETTA del 2014
La scuola e' cominciata, sono a casa da sola e finalmente comincio (quasi) a riprendermi dal trasloco, anche se sono indietrissimo con la nuova casa.
Questa volta e' stata dura, poiche' il contratto era tramite un'agenzia che mi ha richiesto un'elenco infinito di cose da pulire, dagli zoccoletti, ai tendaggi, ai vetri dentro e fuori, interruttori, tutto perfettamente. Contando che erano 2 piani con locali e vetrate enormi piu' il giardino ho passato 3 settimane a pulire dalle 2 alle 3 ore al giorno. 
Sono arrivata al 21 gennaio davvero morta di fatica, devastata, ma la casa non aveva neanche un bacillo, sembrava nuova di zecca. 

In compenso poi sono crollata, perche' sono stata malissimo per 4 giorni appena arrivata nella nuova casetta... forse troppo stress, troppe richieste... un altro pezzo della mia vita  che mi sfugge dalle mani e un'altra casa a cui abituarsi.
La mia amica Kathryn oltretutto, gentilissima, ci aveva invitati ad Omaha al mare, ma abbiamo dovuto declinare per non dover affrontare il viaggio. Mi e' dispiaciuto perche' Omaha e' meravigliosa, ma guidare in condizioni gia' di fatica accumulata era impensabile. 

Di questa seconda casa non so cosa ricordero'... e' stato un anno intenso.

Aveva vetrate bellissime e luminose ( un incubo da pulire...) e mi piaceva guardare fuori nelle giornate di pioggia per ore... quando e' arrivato il ciclone sono stata alla finestra per due giorni praticamente...
Quando papa' e figlio di 10 anni hanno tagliato da soli la betulla, ramo dopo ramo
Duke che e' venuto a trovarci e occupava mezza cucina...
La Vivi che e' andata a vendere il cioccolato con la divisa...
era davvero troppo graziosa. Me la ricordero', con quella scatolina in mano, quel viso che non ha mai fatto male a nessuno.
Aspettare con ansia di vederla spuntare dal vialetto quando tornava da scuola...
E un bellissimo film che ci ha fatto piangere insieme (ma proprio singhiozzando!) e che ci ricorderemo per sempre, perche' ci ha toccato il cuore, Castaway on the moon.
L'elenco continuerebbe all'infinito, ma il troppo stroppia dai, e poi mi sto gia' cominciando a sentire melodrammatica :)