giovedì 29 gennaio 2015

La panna da cucina fatta in casa

Mi mancano tanto i pacchettini di panna da cucina che potevo tenere in dispensa, e usare quando volevo. Solo qui mi sono accorta di tante piccole cose che facevano parte della mia vita di tutti i giorni, ma non importa, credo che l'essenziale sia capire quanto le si ha apprezzate, anche se in ritardo.
Se tornassi in Italia sarebbero quasi fatti d'oro, questi pacchettini in tetrapak che probabilmente tanti criticano.
Ribadisco che questa e' una tipica condizione di noi expat che distiamo piu' di 20 ore di volo dall'Italia, che non torniamo ogni anno, che sognamo anche questo.
Quindi non ve la prendete se ci va bene anche la pasta Barilla, se compriamo alcuni prodotti Nestle', se sognamo piccoli tetrapak... cercate di comprendere cio' che rappresentano per noi.

E adesso passiamo alla ricetta :)
PROCEDIMENTO
per una dose minima

100ml di latte fresco rigorosamente a temperatura ambiente
100ml di olio di semi*
un pizzico di sale fino

*mi e' capitato di farlo anche con l'olio di oliva ed extravergine, e a me piace lo stesso.

Puo' sembrare un procedimento semplicissimo, ma senza un paio di giusti accorgimenti puo' 'impazzire' come la maionese. Il latte dev'essere arrivato a temperatura ambiente, senno' puo' dividersi dall'olio e non montare.
Nel boccale del minipimer versare olio latte e sale, e azionare una frullata breve alla volta, fino a raggungere una consistenza semi-cremosa. Non arriverete mai alla crema pannosa vera e propria, e se frullerete troppo i 2 elementi si divideranno, e la panna impazzira' :)

Si conserva in frigorifero fino a 3 giorni.

Ciao piccolo pacchettino di panna di ricordi ^_*